fbpx

MIGLIORI FONDI DIVERSIFICATI MODERATI DEL 2021

0

I migliori fondi diversificati moderati fanno capo alle sicav BLACKROCK e RAIFFEISEN. La loro performance è stata molto costante nel tempo e il nostro indicatore ETI applicato a questi fondi tocca numeri interessanti. Questi due fondi hanno un’esposizione diversificata sia in azioni che in obbligazioni in Europa e a livello globale. Sono fondi con un grado di rischio moderato e pensati per essere molto bilanciati grazie alla loro diversificazione di portafoglio e a due strategie molto diverse tra loro.

AT0000743588 - Raiffeisenfonds-Ertrag VT

LU0171283533 – BGF Global Allocation E2 EUR

 

La classifica dei migliori fondi in questo settore

Andiamo ora nel dettaglio a fare una classifica per ETI di questi fondi. Solitamente si considera interessante un fondo con un ETI pari o maggiore di 10, come vedremo i fondi comuni che abbiamo preso in esame hanno un valore di questo parametro discretamente alto.
ETI sta per Expected Trend Indicator ed è un indicatore utile per capire quanto sono costanti le performance di un fondo. Più l’andamento del fondo si avvicina ad una linea a 45 gradi e più il valore di ETI cresce.
Vediamo quindi i migliori fondi diversificati moderati ordinati per ETI.

 

ISINNomeSicavValutaEti
LU0171283533BGF Global Allocation E2 EURBLACKROCKEUR15.1
AT0000743588Raiffeisenfonds-Ertrag VTRAIFFEISENEUR10.6

 

Panoramica generale

Nonostante entrambi i fondi puntino ad incrementare il capitale a lungo termine diversificando l’allocazione delle risorse, il primo adotta una strategia di portafoglio diretta, mentre il secondo è un fondo di fondi.
In normali condizioni di mercato il primo fondo investe almeno il 70% in titoli azionari e in titoli a rendimento fisso (obbligazioni e strumenti del mercato monetario). Il secondo fondo invece limita ad un massimo del 75% l’esposizione in fondi azionari e almeno il 51% in fondi obbligazionari, monetari e azionari.
Le azioni del primo fondo sono comprate e vendute in EUR anche se la valuta di denominazione del fondo è l’USD. Questo potrebbe comportare delle variazioni di performance dovute al rischio di cambio che il secondo fondo non prevede.
Nella classificazione standard del rischio da 1 a 7 questi due fondi comuni d’investimento risultano dal KIID avere un punteggio rispettivamente di 5 e 4. Questi score indicano che la volatilità dei due fondi è nella media rispecchiandone il rischio.
L’area geografica d’investimento è il più possibile globale per entrambi i fondi assecondando la logica di diversificazione anche territoriale dei due fondi.
La leva finanziaria che assume il primo fondo è variabile e dipendente dalle condizioni di mercato senza avere limitazioni. Il secondo fondo invece non fa tendenzialmente uso di leva finanziaria.
E’ previsto l’utilizzo di contratti derivati con finalità di copertura dei rischi e per rendere più efficiente la gestione dei portafogli. L’utilizzo di derivati comporta dei costi e non è privo di rischi.
Entrambi i fondi hanno un benchmark composito dal quale però non sono vincolati in alcun modo.

AT0000743588 - Raiffeisenfonds-Ertrag VT

AT0000743588 – Raiffeisenfonds-Ertrag VT

Composizione di Portafoglio

I portafogli di questi 2 fondi sono diversi per via della natura delle due strategie attive messe in campo dai gestori, vediamone in contenuto.
La ripartizione geografica al 31/01/2021 vede il primo fondo investire per il 65,79% in Nord America, 21,25% in Europa e 18,82% in Asia confermando una netta diversificazione.
Per quanto riguarda l’asset allocation il fondo è esposto per il 64,99% in azioni, 18,64% in obbligazioni e l’16,37% in liquidità o altri tipi di asset.
Tra i settori d’investimento azionario troviamo principalmente un 22,21% nel settore tecnologico, prosegue con un 15,00% nel settore della sanità e si conclude con un 13,25% nel settore dei servizi finanziari, oltre ad altri settori in percentuali minori.

Tutte le informazioni del secondo fondo si riferisce al valore dei sottostanti essendo un fondo di fondi.
La ripartizione geografica al 30/04/2021 vede il primo fondo investire per il 55,75% in Nord America, 21,82% in Europa e 19,47% in Asia confermando anche qui una netta diversificazione.
Per quanto riguarda l’asset allocation il fondo è esposto per il 38,55% in azioni, 43,74% in obbligazioni e 17,69% in liquidità o altri tipi di asset.
Tra i settori d’investimento azionario troviamo un 19,84% nel settore tecnologico, prosegue con un 18,02% nel settore finanziario e 13,23% nel settore dei consumi ciclici e si conclude con un 11,54% nel settore sanitario e 10,30% nel settore industriale, oltre ad altri settori trascurabili.

 

Costi di Gestione

Mentre i costi d’ingresso sappiamo che ormai non sono più richiesti quasi da nessun fondo è interessante andare a confrontare invece i costi di gestione di questi due migliori fondi comuni diversificati moderati, che facendo capo a due diverse SICAV non sono omogenei.
Infatti nel caso del BGF Global Allocation E2 dovremo sostenere un costo di gestione del fondo che grava sugli investitori per l’1,50 %, onere implicito detratto direttamente dal NAV lordo del fondo. Per il Raiffeisenfonds-Ertrag VT il costo di gestione annuale del fondo è inferiore, l’1,25%.
Per nessuno dei due fondi viene imposto un costo di performance.
Al 21/05/2021 il NAV del primo fondo si attestava a 57,43 EURO, mentre al 21/05/2021 quello del secondo si è attestato a 177,28 EURO.

Conclusioni
In conclusione, possiamo vedere dai 2 grafici che l’andamento storico di questi 2 fondi comuni d’investimento delle sicav BLACKROCK e RAIFFEISEN è cresciuto in maniera molto costante negli ultimi 5 anni. Hanno inoltre saputo performare bene anche in tempi di “bassa marea” del mercato.
La performance di entrambi i fondi si è sempre mantenuta negli anni positiva ad esclusione del 2018 (e 2017 per il primo fondo) che per tutto il comparto azionario, nel quale hanno una sensibile esposizione entrambi i fondi, è stato un pessimo anno.
Il nostro Trendycator ha permesso a molti lettori di entrare lo scorso anno su entrambe le posizioni con un’ottima performance ad ora rispettivamente del 9.9% e del 6.1%. Entrambi i fondi hanno avuto un solido segnale Long (indicato dal Trendycator verde) al momento ancora in essere.

Buon RendimentoFondi!

Share.

About Author

L'articolo che hai appena letto è stato scritto da Giuseppe Veneziano, uno dei maggiori divulgatori economici su Youtube Italia e Laureando in Economia Aziendale presso l'Univerisità degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Leave A Reply