fbpx
2020-06-29 Portafogli aggiornati

Nasce il Pictet family

0

E’ di oggi il comunicato stampa della famosa casa di gestione Pictet che ci informa di un nuovo comparto, il Pictet family, specializzato appunto sulle aziende a gestione famigliare.

Un nuovo comparto, anzi no uno vecchio riconvertito, che però promette di far bene in un settore davvero allettante.

Proprio così, il nuovo comparto denominato Pictet family nasce con l’intento di puntare su quelle aziende a conduzione familiare che, secondo il gestore, dovrebbero sovraperformare il mercato nel lungo periodo; queste aziende sono caratterizzate da valori solidi, partecipazione attiva alla vita della azienda, ma soprattutto un approccio lungimirante.

Per azienda a conduzione familiare si intende una società quotata nella quale un soggetto, spesso il fondatore o una famiglia, detiene almeno il 30% dei diritti di voto. Secondo quanto riportato da Pictet AM, l’universo di investimento è composto da circa 500 società a livello globale.

Quindi, andando al sodo, stiamo parlando di un fondo azionario globale, basato su small cap: infatti, raramente le aziende familiari sono anche delle multinazionali.

Perché il Pictet family dovrebbe attrarre l’investitore?

Secondo Pictet le aziende familiari sono accumunate da solidi principi:

Spirito imprenditoriale: spesso dimostrato con un più altro livello di innovazione e un approccio maggiormente rivoluzionario;
Gestione attenta: il desiderio di investire oggi per il successo delle generazioni future;
Sovrapposizione tra sfera socio emotiva e andamento della società: l’azienda è il riflesso della famiglia e della sua reputazione. Pertanto, ogni componente è coinvolto attivamente nella gestione, come traspare dall’impegno sul fronte finanziario;
Prospettive a più lungo termine: poiché generalmente gli azionisti delle società a conduzione familiare investono quasi tutto il capitale personale in azienda, il loro comportamento e l’approccio all’investimento sono molto diversi rispetto a quelli delle altre tipologie di società per azioni. Spesso, infine, i proventi dell’attività vengono reinvestiti al fine di alimentare la crescita della stessa azienda.

Un vecchio fondo riconvertito

La data di lancio del nuovo comparto è stata il 29 maggio 2020, ma nel comunicato stampa si lege: “Il Comparto Pictet-Family  rappresenta un riposizionamento del Comparto Pictet–Small Cap che investiva già in aziende a conduzione familiare circa il 25% del portafoglio al 31 dicembre 2019”.

Quindi Pictet ha preso lo stesso fondo, gli stessi gestori e li ha riposizionati in un fondo nuovo che secondo le aspettative dovrebbe investire oggi al 100% sulle aziende familiari.

Attenzione dunque al fatto che lo storico non riflette più quello che potrebbe essere il futuro andamento.

Vediamo al 29-05-2020 le prime dieci posizioni in portafoglio comunicate dal gestore.

Terremo monitorato questo nuovo comparto sicuramente interessante.

Share.

About Author

Dr. Walter Demaria Laurea in Psicoeconomia, è uno dei più noti consulenti finanziari italiani. E’ tra i fondatori di Rendimento Fondi ed è editorialista di diversi quotidiani finanziari. Insieme a Massimo Gotta ha pubblicato “Investire in obbligazioni”, Trading Library, 2013, che è ad oggi un best seller tra i testi che si occupano in maniera operativa dell’investimento in obbligazioni. Ha un approccio ai mercati di tipo quantitativo e ha ideato il modello Trendycator che applica quotidianamente nella sua professione.

Leave A Reply