*** 2018-11-12: AGGIORNATO TABELLE E PORTAFOGLI

Pictet smart city

0

Pictet smart city

Il nuovo Megatrend  Pictet di sicuro interesse per il futuro

Pictet torna ancora una volta a sfruttare l’arci noto brand Megatrend, sviluppando un “nuovo” prodotto uscito nel mese di agosto 2018 di sicuro interesse per il futuro.

Parliamo del nuovissimo Pictet Smart City LU0503634734; già nuovissimo, peccato che sia un face lifting di un fondo già esistente, infatti ricicercando con lo stesso isin si scopre che prima si chiamava Pictet High Dividend Selection.

Da un fondo nuovo mi sarei aspettato di vedere zero storico, invece ho notato subito di avere molti dati a disposizione, beh meglio così, almeno possiamo valutare come ha lavorato il gestore nel passato, e anche se da oggi ha cambiato politica di gestione è possibile che le performance rimarranno in linea con quanto precedentemente espresso.

Parliamo di un fondo che già in precedenza ha lavorato bene, ed è da sempre conosciuto ed apprezzato nel panorama del risparmio gestito italiano; il fondo ha un drawdown storico pari al -19.20% e una massima escursione negativa giornaliera pari al -5.18%.

La gestione del fondo è affidata a Ivo Weinöhrl, il quale si legge nel sito che è entrato in Pictet Asset Management nel 2016, dunque non sappiamo quanto valga la pena analizzare lo storico antecedente alla luce del fatto che è un fondo che spesso cambia casacca.

Ad ogni buon conto ci ha colpito per due motivi:

  • il primo è che sfrutta l’idea ormai consolidata in Pictet dei Megatrend, ovvero di potenti tendenze globali che influenzano l’economia in modo pervasivo, persistente e profondo, che nessun investitore può ignorare.
  • il secondo perché come si legge nel comunicato di lancio “Pictet-Smartcity intende investire sull’intera catena del valore delle “città intelligenti”, da cui selezionare le migliori opportunità d’investimento con un focalizzandosi sui seguenti segmenti: la costruzione e lo sviluppo delle città (società coinvolte nel design, nella pianificazione e nella costruzione delle città del domani, con un focus su efficienza e sostenibilità); la gestione delle città (società che forniscono infrastrutture e servizi essenziali per il funzionamento giornaliero); il vivere urbano (società che offrono servizi e soluzioni per il vivere urbano del 21° secolo, tra cui l’abitazione, l’alimentazione e le attività ricreative).”

Dunque sicuramente l’idea di base è interessante e lo è ancor di più la sua diversificazione: il fondo infatti investe in settori quali mobilità e trasporti, infrastrutture, immobiliari o gestione di risorse sostenibili.

L’analisi del passato evidenzia un fondo azionario che ben si è comportato nel passato, certo con qualche evidente scossone da sopportare, ma con un trend in crescita ben delineato e solido.

Pictet-SmartCity-R EUR LU0503634734

Pictet-SmartCity-R EUR LU0503634734

 

Share.

About Author

Dr. Walter Demaria Laurea in Psicoeconomia, è uno dei più noti consulenti finanziari italiani. E’ tra i fondatori di Rendimento Fondi ed è editorialista di diversi quotidiani finanziari. Insieme a Massimo Gotta ha pubblicato “Investire in obbligazioni”, Trading Library, 2013, che è ad oggi un best seller tra i testi che si occupano in maniera operativa dell’investimento in obbligazioni. Ha un approccio ai mercati di tipo quantitativo e ha ideato il modello Trendycator che applica quotidianamente nella sua professione.

Leave A Reply