fbpx

Pimco STHE IE00BF8HV600: 5% di dividendi all’anno con un ETF

2

Pimco STHE IE00BF8HV600 un ETF che puoi comprare e tenere per i prossimi 10 anni!

Hai mai pensato che un ETF possa essere inteso e acquistato, come un BTP, che però a differenza dei BTP ti offre il 5% all’anno di cedole?

Seguimi e scopriremo un ETF che ti dimenticherai letteralmente di averlo grazie alla sua bassa volatilità.

Guarda questo grafico.

Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte RendimentoFondi

Bello vero!

No?

Ma come, starai pensando, per anni ci hai raccontato che per guadagnare in Borsa serve un metodo, il Trendycator, i titoli che salgono a 45 gradi con ETI!

E adesso??? Ci mostri un grafico in orizzontale, anzi, addirittura in perdita!

In realtà è un controsenso solo apparente, sì perché anche questo fa parte di un metodo.

Se mi segui da un po’ sai che ripeto sempre l’importanza di farsi una semplice domanda: “cosa voglio ottenere dai miei investimenti?”.

Se abbiamo ben chiaro dove vogliamo arrivare, allora dopo diventa più semplice trovare gli strumenti idonei a raggiungere quell’obbiettivo specifico.

Quindi oggi analizzeremo l’ETF STHE con un’ottica di investimento totalmente diversa!

Non più trend following, quindi il Trendycator e l’ETI non ci serviranno, ma in ottica di cassetto, un po’ come metterli in un libretto postale con un interessante flusso cedolare costante.

Vediamo dunque come ottenere il 5% all’anno con un ETF.

Introduzione a Pimco STHE IE00BF8HV600

Soprattutto in questo periodo storico, con le borse al massimo tutti si chiedono, reggerà, non reggerà?

E chi lo sa.

Quindi non sapendolo mi sono chiesto: come fanno gli amici di RendimentoFondi che hanno paura di entrare sull’azionario a ricavare del valore dai loro investimenti oggi?

L’ETF che ti propongo oggi non è l’unico a distribuire buoni dividendi regolarmente, quindi continua a seguirci perché ne commenteremo altri strada facendo.

Seguici sul canale Youtube.

Seguici su Instagram.

Sveliamo dunque di cosa stiamo parlando.

Parlo del PIMCO US Short-Term High Yield Corporate Bond Index abbreviato  semplicemente STHE IE00BF8HV600: il simbolo e il codice ISIN con i quali lo puoi ricercare presso la tua banca.

Nella prima parte di questo articolo vedremo brevemente le caratteristiche di questo fondo.

Nella seconda parte invece andremo a fare due conti, i classici conti della massaia per capire se effettivamente conviene davvero o no avere questo ETF in portafoglio oggi.

Infine andremo a rispondere immediatamente alle critiche a chi dice: “Cosa me ne faccio di una rendita risicata quando l’S&P500 ha reso il 17% quest’anno?”.

Analisi Pimco STHE IE00BF8HV600

Come prima cosa ti dico di ricercare l’ISIN solo e unicamente in Borsa italiana o sul sito dell’emittente Pimco.

Sito Pimco: https://www.pimco.it/it-it/investments/etf/us-short-term-high-yield-corporate-bond-index-ucits-etf/EUR-Hedged-Inc

Spesso noi riceviamo mail che ci chiedono: perché per i fondi e gli ETF non avete il KIID etc.

Riteniamo che oggi ci siano già troppi i siti che li offrono e noi vogliamo fare un mestiere diverso, ma il problema è che il mondo della finanza cambia talmente velocemente che è facile comprendere come le informazioni più attuali si trovino ovviamente sul sito dell’emittente stesso, o al più come detto, su Borsa Italiana che è un sito istituzionale, quindi aggiornatissimo.

Andando sul sito della Pimco vediamo in alto il grafico complessivo del titolo, identico ovviamente a quello proposto da RendimentoFondi.

grafico dal lancio Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco

Subito sotto, vediamo la descrizione del suo Benchmark, ovvero, su cosa investe questo fondo.

Il fondo investe su obbligazioni High Yield, quindi obbligazioni molto speculative, però americane, con in mezzo anche alcuni Treasury Bond a mitigare la volatilità.

La cosa interessante, per noi investitori in euro è che è un fondo a cambio coperto, dunque per noi che siamo investitori in euro non avremo altri balzelli da pagare sulle cedole derivate dal cambio.

Sul sito è possibile vedere inoltre le 10 maggiori obbligazioni sulle quali investe il Pimco STHE.

TOP 10 STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco 2021

Facciamo i conti in tasca al Pimco STHE IE00BF8HV600

La cosa più interessante è il grafico del rendimento che si mantiene sempre stabile nell’intorno del 5% annuo.

grafico rendimento Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco 2021

Anche i dividenti, che sono a cadenza mensile si mantengono sempre stabili.

Dividendi Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco 2021

Ultimo grafico ancora più interessante è quello che ci mostra quanto avrebbero reso 10.000 euro investiti al momento dell’emissione, cioè il 16 ottobre 2013 e sempre mantenuti.

Ricordi com’era il grafico all’inizio?

grafico dal lancio Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco

Un grafico in discesa.

Quel grafico in discesa, più le cedole fanno un investimento in crescita.

Grafico performance Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco 2021

Facciamo dunque i famosi calcoli di cui ho parlato all’inizio.

Facciamoci aiutare dal foglio di calcolo della capitalizzazione semplice e composta che regaliamo sul nostro sito e che puoi ascoltare la spiegazione dettagliata del funzionamento nel video dedicato della masterclass che ti metto qui:

Masterclass completa: https://rendimentofondi.it/masterclass/

Lezione 12: https://youtu.be/0bR3qK2O4Wk

Come vedi, se avessimo acquistato il titolo nel 2013 e sempre tenuto, il rendimento cumulato negli anni sarebbe stato del 24.11%, che diviso per i circa 8 anni complessivi, fanno all’incirca un 3% all’anno.

Capitalizzazione semplice Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte RendimentoFondi

Come si ricava quel 24%? Semplice perché dal momento dell’emissione a oggi il titolo ha perso circa il 16% ma ha incassato cedole per circa il 40%, quindi 40-16 fa appunto i 24 residui.

Quindi grossomodo ogni anno il titolo ha perso il 2% in conto capitale e ne ha guadagnati 5 dalle cedole.

Andiamo avanti nel ragionamento.

Il fatto è che, come primo esempio, sono partito dal più severo, quello che se non lo avessi fatto io, mi sarebbe giunto sicuramente come critica.

Però siamo onesti, è un caso limite quello che vede un acquisto, di un ETF, 8 anni fa senza alcun intervento successivo. Più semplice immaginarsi questo comportamento con un BTP.

Vediamo dunque come possa essere migliorato il rendimento complessivo dello strumento con alcuni piccoli accorgimenti.

Proviamo allora ad osservare il rendimento a 1 anno di questo strumento.

Rendimento a 1 anno Pimco STHE IE00BF8HV600. Fonte Pimco 2021

Come vedi, sempre dal sito Pimco il rendimento a un anno è stato del 10%, proprio niente male se visto così.

Va bene, ma anche questo è un altro caso limite, questa volta nettamente a mio favore.

Siccome questo è un titolo che io ho nel mio portafoglio personale, allora ti racconto come l’ho acquistato io.

Devi sapere che non è la prima volta che parliamo dello STHE su RendimentoFondi, anzi, ti consiglio di utilizzare RendimentoFondi come fosse una sorta di vademecum per l’investitore.

Prenditi il tuo tempo e vai a rivedere anche gli articoli passati, perché in Borsa nulla è mai realmente passato. Ti basta ricercare in alto sul nostro sito il nome, il simbolo o l’ISIN per trovare tutti gli articoli inerenti quel determinato strumento.

Risultati di ricerca per STHE su RendimentoFondi

La prima volta che abbiamo accennato a questo ETF era il 2018, poi successivamente lo abbiamo fatto ad agosto 2019 quando il titolo valeva circa 87-88.

Il titolo dell’articolo era Cinque migliori ETF che distribuiscono dividendi come alternativa ai fondi cedola.

Io a quel punto ho effettuato il mio primo acquisto.

Il secondo acquisto l’ho effettuato nel 2020 e l’ultimo pochi giorni fa.

Così facendo, ho costruito una sorta di PAC annuale e il mio prezzo di carico è in leggero utile.

Sono andato a crearmi così un extra rendimento, contrario rispetto a quello che abbiamo visto nel caso limite iniziale dove la perdita in conto capitale si decurtava dal ritorno delle cedole.

In questo caso, il guadagno in conto capitale si somma alle cedole, quando ovviamente andrò a vendere il titolo.

Attenzione, ho potuto fare questo proprio in virtù della stabilità del titolo, cioè del fatto che si muove sempre pressoché in orizzontale. Come abbiamo spiegato nella lezione Masterclass n. 14, meglio non ripetere questa operazione su titoli azionari che possono scendere per diversi anni.

 

Critiche al Pimco STHE IE00BF8HV600

Ovviamente è facile obbiettare che i rendimenti proposti, non sono male sulla carta ma poi ci pago le commissioni, il capital gain, la cedolare secca e l’azionario avrebbe comunque fatto meglio etc.

È vero, questo accade sempre ma questo ETF può esserti utile se:

-hai della liquidità e non ti fidi della Borsa, soprattutto in questo momento;

-sei giovane e vuoi iniziare a costruirti un piano per il futuro ma senza per forza dover subire la volatilità dell’azionario.

Considera attentamente questo dato. In 8 anni questo titolo ha avuto una volatilità del 3%, tutta generatosi nel 2020, poi subito riassorbita, senza quella fase sarebbe sotto l’1%.

Volatilità PIMCO STHE 2021. Fonte RendimentoFondi

In conclusione, ritengo che questo titolo possa essere davvero utile a chiunque intenda costruire per se (o per un cliente) un portafoglio bilanciato, perché offre un buon flusso cedolare ma inoltre è utile a mitigare la volatilità complessiva del portafoglio.

Insomma, è davvero un titolo che ti dimenticherai di avere in portafoglio!

Share.

About Author

Dr. Walter Demaria Laurea in Psicoeconomia, è uno dei più noti consulenti finanziari italiani. E’ tra i fondatori di Rendimento Fondi ed è editorialista di diversi quotidiani finanziari. Insieme a Massimo Gotta ha pubblicato “Investire in obbligazioni”, Trading Library, 2013, che è ad oggi un best seller tra i testi che si occupano in maniera operativa dell’investimento in obbligazioni. Ha un approccio ai mercati di tipo quantitativo e ha ideato il modello Trendycator che applica quotidianamente nella sua professione.

2 commenti

  1. Pingback: Pimco STHE IE00BF8HV600 - Trendycator.it

  2. Pingback: Pimco STHE - taketrend

Leave A Reply