fbpx

SparkChange Physical Carbon – XS2353177293: il primo ETC al mondo sul carbone

0

Sparkchange lancia il primo ETC al mondo con il carbone come sottostante fisico: si tratta del SparkChange Physical Carbon EUA ETC, con ISIN XS2353177293 e Ticker CO2.L, quotato da poche settimane al London Stock Exchange di Londra.

La notizia è di quelle che lasciano il segno perché questo strumento è unico nel suo genere: si tratta di un ETC che segue la politica della Commissione Europea di ridurre le emissioni di anidride carbonica e di utilizzo del carbone nei prossimi anni. Infatti, a differenza di altre soluzioni per investire negli strumenti che cercano di ridurre l’inquinamento, come la selezione di fondi ed ETF sulla transizione ecologica o l’esclusione dal portafoglio di azioni che non rispettano certi parametri ambientali, questo ETC previene direttamente le emissioni di anidride carbonica, attraverso gli European Union Allowances (EUA).

Perché investire con lo SparkChange Physical Carbon – XS2353177293?

Gli European Union Allowances funzionano come crediti ambientali nei confronti dell’Unione Europea. Questi crediti vengono inclusi ogni anno dagli Stati membri nei conti dei loro registri, e le aziende li possono comprare o vendere, ed entro certi limiti addirittura scambiarli tra di loro. Tuttavia, il numero di questi certificati è limitato, e soprattutto entro il 30 aprile di ogni anno tutte le aziende che hanno comprato almeno un credito sono tenute a restituirlo allo Stato.

In altre parole, questi crediti vanno a coprire “gli eccessi” delle aziende per quanto riguarda il loro inquinamento annuo: restituire il credito allo Stato significa aver rispetto i limiti ambientali imposti; se invece un’impresa emette più anidride carbonica di quanto permesso da questi certificati, allora può incorrere in pesanti multe.

In questo contesto, ecco svelato come lo SparkChange Physical Carbon possa essere uno strumento davvero interessante per gli investitori attenti al clima.

La Commissione Europea, ogni anno, emette sempre meno crediti ambientali (EUA), in modo tale che le aziende ne possano usufruire sempre meno e che quindi introducano politiche per la riduzione dell’inquinamento. Questo processo non fa altro che alzare il prezzo di questi certificati, come possiamo vedere nell’immagine qui sotto.

L’incremento di prezzo degli European Union Allowances (fonte: https://icapcarbonaction.com/en/ via Wikipedia)

PROVACI 7 GIORNI GRATIS>>

 

I vantaggi

Poiché lo SparkChange Physical Carbon – XS2353177293 detiene direttamente EUA che non vengono emessi e che non possono quindi essere utilizzati dalle imprese, un aumento del prezzo degli EUA andrebbe direttamente a beneficio degli investitori. Infatti, gli EUA sono uno dei prodotti con le migliori prestazioni degli ultimi cinque anni, con un tasso di crescita annuale composto del 55% dal 2018.

È stato poi dimostrato dalla stessa Commissione Europea che ritenendo per dodici mesi un EUA senza immetterlo sul mercato innesca la cancellazione di ulteriori permessi negli anni futuri: questo fa contemporaneamente competere le aziende per un nuovo credito, alzando il suo prezzo e beneficiando l’investitore, e incentivare le stesse imprese a trovare nuove energie più pulite poiché meno costose dei certificati stessi, beneficiando l’ambiente.

Infine, SparkChange CO2 evita anche la resistenza alla performance associata ai prodotti basati sui futures EUA. Questa resistenza (nota come contango) erode il valore di un investimento basato sui futures nel tempo, a spese dell’investitore. Poiché SparkChange CO2 utilizza EUA fisici piuttosto che futures, gli investitori non soffriranno questo effetto.

Elliot Waxman, CEO di SparkChange, ha commentato così il lancio dell’ETC:

Il carbone è ora accessibile alla Borsa di Londra. Questo dà agli investitori un comodo accesso a un prodotto che è stato progettato per fermare le emissioni di anidride carbonica e aumentare i rendimenti.

A differenza delle compensazioni di carbone, dove gli investitori devono scegliere tra creare un impatto ambientale o ottenere dei rendimenti, ora possono fare entrambe le cose. Nella costruzione di un portafoglio a basse emissioni di anidride carbonica, SparkChange CO2 può aiutare gli investitori a raggiungere i loro obiettivi ambientali senza dover escludere le aziende che non sono ancora “green”.

Infine, vediamo l’andamento grafico del titolo: appena lanciato, al momento non ha uno storico rilevante, ma l’andamento in queste poche settimane di vita è comunque degno di nota. 

Il XS2353177293 dal lancio a oggi (Fonte: RendimentoFondi)

Conclusioni

Abbiamo visto nel dettaglio il lancio dello SparkChange Physical Carbon EUA ETC – XS2353177293 e il suo duplice vantaggio: come annunciato dal CEO dell’emittente, gli investitori possono veder crescere il proprio investimento contribuendo alla lotta contro il cambiamento climatico.

Si tratta quindi di uno strumento molto interessante per i lettori di RendimentoFondi che seguono gli sviluppi dell’economia “green”: dalla data del lancio sono passate meno di tre settimane, ma ha già avuto una performance del +16%, aprendo a 60 euro per azione il 4 novembre e chiudendo a poco più di 69 euro per azione venerdì scorso.

PROVACI 7 GIORNI GRATIS>>

 

Share.

About Author

È stato editorialista di diverse testate giornalistiche di tipo finanziario prima di approdare a Rendimento Fondi, dove è diventato presto la punta di diamante del team editoriale. È considerato nell’industria uno degli analisti top expert del settore automotive. È laureato in Economia Aziendale e in Management Internazionale presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Leave A Reply