fbpx

UBS lancia 5 ETF Climate Paris Aligned

0

UBS Asset Management ha lanciato 5 nuovi ETF Climate Paris Aligned su Borsa Italiana. Dal 23 aprile sono disponibili sulla borsa di Milano cinque nuovi interessanti ETF legati alla tanto discussa questione del climate change che sta ormai cambiando profondamente l’economia europea e mondiale. Questi ETF hanno come sottostante gli indici MSCI Climate Paris-Aligned con un’esposizione globale e regionale focalizzata sui rischi climatici.

Questa nuova gamma di ETF non rispetta solo i benchmark dell’Unione Europea sugli accordi di Parigi, li supera incorporando anche le raccomandazioni della Task Force on Climate related Financial Disclosure.

Questi indici puntano a ridurre inizialmente ben del 50% le emissioni di CO2 nell’atmosfera e hanno l’obiettivo di una ulteriore riduzione annua del 10% delle stesse, con l’ambizione nel 2050 di contrastare l’aumento della temperatura di 1,5 gradi.

 

Cinque nuovi ETF climatici

UBS AM ha lanciato sul mercato di Milano una gamma di ETF basata sugli indici MSCI Climate Paris Aligned, il cui punto di forza è un’esposizione sui mercati azionari che non solo li soddisfa, ma va oltre gli standard minimi definiti dall’Accordo di Parigi riguardo l’impatto sul clima. Questi 5 nuovi ETF consentono agli investitori di godere delle opportunità dell’evoluzione economica che punta alle basse emissioni di anidride carbonica. I nuovi UBS MSCI Climate Paris Aligned UCITS ETF quotati su Borsa Italiana sono cinque e offrono un’esposizione su Azionario Europa, EMU, USA, Giappone e Globale.

 

Cosa sono gli indici MSCI Climate Paris-Aligned?

Gli MSCI Climate Paris-Aligned sono veri e propri indici che puntano ad un’esposizione globale sul climate change.
L’obiettivo viene perseguito minimizzando il rischio climatico fisico e quello legato alla transizione puntando ad aiutare gli investitori che cercano di allinearsi col cosiddetto net-zero world.
Cercare di perseguire il Net-zero world significa sperare in un mondo nel quale il totale delle emissioni di anidride carbonica nell’ambiente sia pari al totale di anidride carbonica che viene prelevato dall’ambiente ad esempio riforestando zone precedentemente disboscate.
Gli MSCI Climate Paris-Aligned vogliono catturare gli investimenti di coloro che supportano una decarbonizzazione dell’economia in accordo con i trattati di Parigi.
Questi indici incorporano le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures per cercare di fare ancora meglio rispetto agli standard minimi che ha posto l’Unione Europea come benchmark.

 

Le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures

Le raccomandazioni della TCFD dettano i principi guida legati al clima per la rendicontazione non finanziaria e la stima dell’impatto finanziario del climate change.
La sostenibilità innanzitutto non deve essere più vista dalle imprese come una questione reputazionale o di immagine, deve essere posta come cardine centrale della strategia aziendale.
L’incertezza sul clima ha delle ripercussioni anche su di noi, sull’intera società a livello globale.
C’è sicuramente una necessità urgente di azioni da parte dei policy-maker ma si rende necessario l’introduzione anche nel settore privato di una maggiore considerazione riguardo alle misure che hanno come obiettivo la minimizzazione dei rischi indotti dal climate change.
Gli investitori possono minimizzare questo rischio e allo stesso tempo cogliere le opportunità connesse a questo ambito.
La TCFD è composta da 32 membri i quali hanno elaborato 11 raccomandazioni articolate in quattro aree tematiche: governance, strategia, gestione dei rischi, metriche e target.
L’impatto di queste raccomandazioni è stimato in una capitalizzazione di mercato di oltre 12.000 miliardi di dollari.

 

ETF MSCI Climate Paris Aligned in dettaglio

Questi ETF replicano gli indici MSCI Climate Paris Aligned, creando portafogli con al loro interno società che soddisfano una serie di criteri relativi al rischio e alle opportunità relativi al Climate Change. Il metodo col quale sono composti degli indici esclude le società che trattano armi, tabacco e carbone termico. Sono inoltre tagliate fuori anche le società che generano profitti legati a petrolio e gas naturale.

Gli obiettivi dei portafogli MSCI Climate Paris Aligned puntano a:

–   ridurre il rischio fisico di eventi meteorologici estremi al quale è esposto l’indice di almeno il 50% subito e a seguire del 10% annuo;

–   aumentare il numero di titoli legati alle società che beneficiano della transizione climatica;

–   aumentare il numero di titoli legati a imprese con obiettivi attendibili di riduzione delle emissioni di CO2;

–   incorporare le raccomandazioni del Task Force on Climate-related Financial Disclosures in un’ottica di limitazione dell’aumento della temperatura di 1,5 gradi centigradi.

Grazie a questi obiettivi e a queste caratteristiche ESG (Environmental Social Governance), se non sai cosa sono gli ESG ti invito a rivedere questo nostro articolo del 2019, questi 5 ETF sono allineati all’articolo 9 della Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR) dell’Unione Europea.

 

La Presidente di UBS Asset Management ha dichiarato: “Il mondo sta passando a un’economia a basse emissioni di anidride carbonica e il nostro obiettivo è quello di essere in prima linea nella trasformazione, fornendo le soluzioni di cui gli investitori hanno bisogno per allineare i loro portafogli con il percorso scelto. Siamo lieti di ampliare ulteriormente la nostra ampia offerta di ETF sostenibili con il lancio di questa nuova gamma di strumenti allineati agli obiettivi dell’Accordi di Parigi, che consentono ai clienti di affrontare proattivamente i rischi climatici e di beneficiare delle opportunità derivanti dalla decarbonizzazione.

 

Gli UBS MSCI Climate Paris Aligned UCITS ETF attualmente su Borsa Italiana come abbiamo detto sono 5 e permettono un’esposizione sull’azionario EMU, Europa, USA, Giappone e Globale con una forte componente relativa ai rischi legati al cambiamento climatico, replicando indici liquidi e diversificati con costi mediamente bassi compresi tra un minimo di 0,12% annuo dell’UBS ETF (IE) MSCI USA Climate Paris Aligned UCITS ETF e un massimo di 0,20% dell’UBS ETF (IE) MSCI Japan Climate Paris Aligned UCITS ETF e dell’UBS ETF (IE) MSCI World Climate Paris Aligned UCITS ETF.

Nome del compartoNAV Ccy.FeeISINCodice
UBS ETF (IE) MSCI EMU Climate Paris Aligned UCITS ETFEUR0.18%IE00BN4Q0L55EMUPA
UBS ETF (IE) MSCI Europe Climate Paris Aligned UCITS ETFEUR0.18%IE00BN4Q0933EURPA
UBS ETF (IE) MSCI Japan Climate Paris Aligned UCITS ETFJPY0.20%IE00BN4Q0X77JPA
UBS ETF (IE) MSCI USA Climate Paris Aligned UCITS ETFUSD0.12%IE00BN4Q0602USAPA
UBS ETF (IE) MSCI World Climate Paris Aligned UCITS ETFUSD0.20%IE00BN4Q0370WOPA

 

La società UBS da tempo ha puntato fortemente sulla sostenibilità, infatti, questi nuovi ETF seguono l’Ubs S&P Dividend Aristocrats Ucits Etf IE00BMP3HG27 che è stato il primo ETF ESG in Europa, se te lo sei perso ti invito a rileggere il nostro articolo dedicato a questo ETF

 

Buon RendimentoFondi!

Share.

About Author

L'articolo che hai appena letto è stato scritto da Giuseppe Veneziano, uno dei maggiori divulgatori economici su Youtube Italia e Laureando in Economia Aziendale presso l'Univerisità degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Leave A Reply