fbpx
Siamo apparsi regolarmente su:
IlSole24OreIlGiornale

Che il 2021 abbia portato rialzi prossimi o superiori ai massimi storici per molte commodities è sotto gli occhi di tutti. D’altronde, a titolo di esempio, avevamo parlato della crescita esponenziale dei prezzi delle fonti energetiche, del gas naturale e delle materie prime industriali. Tuttavia, anche il settore delle commodity agricole è stato interessato da rialzi sorprendenti da inizio anno.

Il meteo poco favorevole, la stagionalità, la volatile ripresa della domanda (incerta a fronte della nuova variante sudafricana), la crisi energetica e i colli di bottiglia dal lato offerta e catena di distribuzione sono state le principali cause che hanno guidato il volatile rialzo delle materie prime agricole nel corso del 2021. Tuttavia, molti analisti sostengono che gli squilibri fra domanda e offerta, uniti alla speculazione su questi beni primari, continueranno a stimolare la crescita delle quotazioni anche per tutto il 2022.

Per approfittare delle previsioni rialziste, nel caso questo contesto di incertezza politica, economica e sanitaria non sia temporaneo, oggi presentiamo un Exchange Traded Commodity (ETC) ovvero un prodotto finanziario emesso a fronte dell’investimento dell’emittente direttamente in materie prime.

Le commodity sono detenute fisicamente, nei physically based ETC, o mediante contratti derivati (tipicamente future). Al pari degli ETF, gli ETC replicano passivamente la composizione di un benchmark e sono negoziati in Borsa ma diversamente dagli ETF, i quali devono garantire un livello minimo di diversificazione, possono anche investire in un’unica commodity.

WisdomTree Agriculture (GB00B15KYH63)

Il WisdomTree Agriculture è un ETC emesso da WisdomTree Commodity Securities Limited, denominato in dollari, creato il 19 marzo 2010 e quotato su Borsa Italiana, simbolo AIGA e ISIN: GB00B15KYH63. La replica dell’indice di riferimento è sintetica, effettuata mediante contratti swap sulle stesse materie prime. Le spese di gestione annue sono dello 0,49%.

L’ETC effettua un investimento Total Return in un paniere di contratti future sulle commodity agricole, replicando il benchmark Bloomberg Agriculture Subindex. La logica Total return permette di esporsi contemporaneamente a 3 diverse fonti di rendimento:
Rendimento spot: legato alle variazioni delle quotazioni del derivato che ha come sottostante la specifica materia prima;
Rendimento del rolling dei contratti: riflette il ritorno, positivo o negativo, che emerge dal rinnovo dei contratti future a scadenza. Il rendimento è positivo (negativo) quando il prezzo del contratto successivo è inferiore (superiore) a quello detenuto in precedenza, situazione chiamata riporto o contango (deporto o backwardation);
Rendimento da collaterale: legato al ritorno sul collaterale utilizzato come margine da parte dell’emittente per l’acquisto dei derivato.

Naturalmente, essendo la maggior parte delle materie prime quotate in dollari, l’investimento negli ETC diventa naturalmente anche legato all’andamento del cambio Eur/USD.

Per comprendere come l’impatto della pandemia abbia giovato alle quotazioni del WisdomTree Agriculture, osserviamo il forte rialzo dell’ETC iniziato da circa metà 2020. Il grafico è visibile alla seguente pagina di RendimentoFondi inserendo l’ISIN: GB00B15KYH63.

WisdomTree Agriculture. Fonte: RendimentoFondi
WisdomTree Agriculture. Fonte: RendimentoFondi

Essendo l’investimento in materie prime agricole molto ciclico e a tratti speculativo, il Trendycator di RendimentoFondi può essere un valido strumento per segnalare il momento di ingresso e uscita anche per le agriculture commodities. Infatti, nel grafico si evince come l’indicatore abbia ben individuato il momento di restare liquidi, attraverso il segnale di Sell nel marzo 2020, per poi diventare Long da metà ottobre 2020. Investendo sul segnale rialzista in chiusura del 2020 fino ad oggi si sarebbe ottenuto un rendimento del 44,4% in circa 59 settimane.

Il benchmark del WisdomTree Agriculture

Il sub-indice benchmark, il Bloomberg Agriculture Subindex, replica l’andamento dei future, rinnovandoli periodicamente e in periodi predeterminati, di 9 commodities agricole presenti nel più ampio indice Bloomberg Commodity IndexSM. Secondo i dati aggiornati al 26 novembre 2021, i pesi percentuali delle sette materie prime che attualmente compongono il portafoglio del sub-indice, replicato dall’ETC, sono rappresentati nel seguente grafico a torta:

Pesi commodities nel WisdomTree Agriculture
Elaborazione propria su dati WisdomTree.eu

Di seguito alcune motivazioni che hanno guidato il rincaro YTD delle commodities agricole incluse nel benchmark e nel WisdomTree Agriculture.

Mais: quotazioni ai massimi degli ultimi 15 anni, +23% YTD, gonfiate dalla domanda asiatica e da condizioni climatiche poco favorevoli negli USA. L’aumento dei prezzi dei cereali, tra cui grano e frumento, ha incrementato anche il costo dei mangimi, facendo schizzare a catena anche i prezzi delle uova e del latte.
Caffè: rincari dell’80% YTD, causati da una riduzione delle riserve scatenata da forte siccità in Brasile, per la qualità Arabica, e rallentamenti delle esportazioni di Robusta dal Vietnam dovuti alla pandemia.
Zucchero: motivazioni simili a quelle del caffè hanno provocato aumenti del 30% YTD anche per lo zucchero.
Oli vegetali: una ripresa della loro domanda, unita a cali di forza lavoro in Malesia, climi sfavorevoli e crisi energetica hanno fatto schizzare le quotazioni del 30% da inizio anno per l’olio di semi di soia.

Crisi energetica, fertilizzanti e commodity agricole

In un precedente articolo avevamo parlato del rincaro del gas naturale, una materia prima fondamentale in molti settori e indispensabile per la produzione di fertilizzanti azotati i quali, attualmente, sono una componente imprescindibile di ogni cibo che portiamo sulla nostra tavola.

Infatti, i fertilizzanti azotati si ottengono dall’azoto, il quale si ricava gratuitamente dall’aria, e dal metano che ne rappresenta più del 70% del costo di produzione. Nel grafico, a seguito dell’aumento del prezzo del gas naturale dell’88% YTD, osserviamo come l’indice di riferimento per il fertilizzante, il North America Fertilizer Index, sia aumentato da 417,12 (1 gennaio 2021) a 1117,65 punti (26 novembre 2021), un rialzo del 168% da inizio anno.

North America Fertilizer Price Index. Fonte: Green Markets, Bloomberg L.P
North America Fertilizer Price Index. Fonte: Green Markets, Bloomberg L.P

Altri fattori che hanno inciso sul rincaro del fertilizzante sono il blocco di export dalla Cina di fosforo e i dazi bielorussi sul potassio, composti essenziali per il fertilizzante. Di conseguenza, è chiaro il legame fra impennata dei prezzi delle commodity agricole, crisi energetica e quotazioni del fertilizzante.

Performance periodali per il WisdomTree Agriculture

Nella tabella seguente, sono riportate le performance del fondo su diversi periodi temporali, ciascuna paragonata a quella del benchmark, o annualizzate per i periodi superiori all’anno:

 1 mese3 mesi6 mesi1 anno3 anni5 anniDa nascita
Fondo2,83%2,30%-0,34%41,15%11,12%0,66%0,47%
Benchmark2,94%2,89%0,74%43,29%12,53%1,84%1,54%

Elaborazione propria su dati WisdomTree.eu

Invece, i rendimenti periodali non annualizzati (holding period return) sono riportati nella successiva tabella:

 YTD3 mesi6 mesi1 anno3 anni
Fondo37,15%46,22%50,82%46,34%33,97%
Benchmark39,53%48,96%55,45%52,53%41,34%

Elaborazione propria su dati WisdomTree.eu

Conclusioni sul WisdomTree Agriculture

In questo articolo abbiamo fatto una breve panoramica sul mercato delle commodity agricole, interessato da rialzi nell’ordine del 30-80% da inizio anno e a tre cifre rispetto all’anno precedente. Il rincaro di queste commodity è stato causato da diversi fattori: crisi energetica, prezzi del fertilizzante, squilibri fra domanda e offerta, problemi climatici e colli di bottiglia nella distribuzione.

Per questo motivo, è parso giustificato l’interesse degli investitori, accresciuto da inizio anno e enfatizzato spesso da report allarmanti sul settore rilasciati dalla World Bank, su alcuni ETC che investono fisicamente o mediante contratti derivati su materie prime agricole.

Uno dei più ricercati, e quotato su Borsa Italiana, è stato appunto il WisdomTree Agriculture, con performance a doppia cifra negli ultimi anni.

Nel caso non dovessero attenuarsi sia la recente preoccupazione sulla nuova variante sudafricana e sia l’incertezza sul mercato energetico allora, come supportato anche da molti analisti, il mercato delle commodity agricole potrebbe continuare il suo rialzo anche per tutto il 2022.

Share.

L'articolo che hai appena letto è stato scritto da Marco Buonafede. Esperto di economia e finanza, ha collaborato con numerose testate giornalistiche prima di approdare a RendimentoFondi. Laureato in economia all'Università di Torino e laureato in Finanza con Lode alla Luiss Guido Carli di Roma. Dal 2022 è iscritto all'albo dei Consulenti Finanziari Indipendenti con matricola n.629663.

Leave A Reply

L'unico Circolo nato per affrontare insieme i mercati.