fbpx
Siamo apparsi regolarmente su:
IlSole24OreIlGiornale

WisdomTree ha da poco lanciato due ETP tematici sui metalli in vendita in Austria, Germania, Irlanda, Italia, Norvegia e Regno Unito, fornendo agli investitori interessati un’esposizione sui temi della transizione energetica e delle batterie.

Si tratta del WisdomTree Energy Transition Metals ETC – XS2425848053 (ticker WENT) e del WisdomTree Battery Metals ETC – XS2425842106 (ticker WATT), entrambi quotati su Borsa Italiana, sulla XETRA e sul London Stock Exchange.

Con un TER annuo dello 0,45%, nel dettaglio l’Energy Transition Metals ETC – XS2425848053 ha un focus particolare sui metalli chiave coinvolti nei prodotti e servizi di transizione energetica, come i veicoli elettrici, la trasmissione, la ricarica, l’immagazzinamento di energia, la produzione di energia solare, eolica e di idrogeno, e attualmente include rame, nichel, alluminio, argento, zinco, stagno, platino e oro.

Per quanto riguarda il WisdomTree Battery Metals ETC – XS2425842106, anch’esso con un TER dello 0,45%, invece, il focus è principalmente sui metalli che vengono utilizzati per realizzare le batterie dei veicoli elettrici, dunque una sottocategoria della mobilità elettrica, come alluminio, platino, nichel, rame e zinco.

 

Quale futuro per i nuovi ETP di WisdomTree?

È indubbio che vista la transizione ecologica in atto, sarà necessaria una quantità sempre maggiore di materie prime per la realizzazione di veicoli elettrici e più in generale di soluzioni apposite.

Tra queste, non sono presenti solamente le batterie vere e proprie che vanno installate sulle auto a spinta elettrica, ma anche i più semplici sistemi di accumulo e di ricarica di energia, i cavi di distribuzione e trasmissione dell’elettricità, oppure l’impiego di energia solare ed eolica o la produzione d’idrogeno verde (che abbiamo analizzato lo scorso anno con un articolo specifico a tema: I migliori investimenti sull’idrogeno)

A questo proposito, Nitesh Shah, Head of Commodities & Macroeconomic Research, Europa di WisdomTree, ha dichiarato:

“La COP26 ha riportato all’attenzione degli investitori tematiche quali il cambiamento climatico e la transizione energetica. La politica sta iniziando ad accogliere le istanze sulla necessità di decarbonizzare più rapidamente per allinearsi con l’Accordo di Parigi, nel tentativo di mantenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C rispetto ai livelli preindustriali. È chiaro come alcune materie prime siano necessarie per far progredire la transizione energetica. Ciò che è meno chiaro è se la loro produzione sarà sufficiente. L’aumento della domanda e dei vincoli dell’offerta potrebbe spingere al rialzo molte commodity negli anni a venire”.

 

Conclusioni

In realtà è ancora molto presto per dire come si evolveranno le cose, soprattutto per quanto riguarda i due ETP di casa WisdomTree. Lanciati solamente pochi giorni fa, è impossibile dire come hanno performato e come performeranno nelle prime settimane di vita.

Certo è che i dati parlando di un incremento nella domanda di veicoli elettrici nei prossimi anni, anche in modo considerevole, con il conseguente aumento di materie prime necessarie a realizzare le suddette batterie o soluzioni per la mobilità elettrica.

Il nostro consiglio è dunque quello di tenere monitorati i due ETP, attendendo un eventuale segnale dal nostro Trendycator: è possibile che possano riservarci una bella sorpresa in futuro.

Share.

È stato editorialista di diverse testate giornalistiche di tipo finanziario prima di approdare a Rendimento Fondi, dove è diventato presto la punta di diamante del team editoriale. È considerato nell’industria uno degli analisti top expert del settore automotive. È laureato in Economia Aziendale e in Management Internazionale presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Comments are closed.

L'unico Circolo nato per affrontare insieme i mercati.